„Nuoto anch’io“, un bel progetto per i disabili in piscina

Parte una raccolta fondi per l’acquisto di un sollevatore mobile nella vasca comunale. Obiettivo favorire l’utilizzo dell’impianto natatorio da parte di tutte quelle persone, giovani e meno giovani con disabilità.

La problematica generale della garanzia dell’accessibilità ad una qualsiasi struttura o servizio alle persone che presentino, per differenti regioni, difficoltà a fruire di questo elementare diritto è, per fortuna, oggetto di sempre maggiore attenzione da parte dell’Opinione pubblica, delle Istituzioni e del mondo variegato dell’Associazionismo.

Ciò nonostante ancora si deve molto lavorare sia sul piano della sensibilizzazione generale che su quello operativo al fine di rendere la nostra società realmente “equa” nei confronti di tutti i Cittadini, indipendentemente dal loro stato. In questo senso il presente progetto „Nuoto Anch’io“ si propone di dare un piccolo contributo attraverso l’implementazione di un percorso virtuoso che sia in grado di consentire l’accesso in piscina anche a persone che, per la loro disabilità, altrimenti devono rinunciarvi, e conseguentemente rinunciare a godere anche di quei benefici che eventualmente un esercizio guidato in acqua potrebbe portare sostenendo nello stesso tempo le capacità motorie, il benessere generale nonché favorendo i momenti di socializzazione.

A Marciana Marina è presente un Polo sportivo multifunzionale di recente costruzione con piscina scoperta, gestito dalla nostra Associazione Sportiva Dilettantistica, la quale ha realizzato un progetto di raccolta fondi necessari all’acquisto di un sollevatore mobile per piscina favorendo l’utilizzo dell’impianto natatorio da parte di tutte quelle persone, giovani e meno giovani con disabilità e che ad oggi hanno visto precludersi la fruizione di un impianto sportivo che dovrebbe essere considerato fiore all’occhiello della zona occidentale dell’Elba.

L’attrezzatura una volta acquistata permetterebbe di far accomodare la persona sul seggiolino del sollevatore, direttamente all’interno degli spogliatoi, per poi recarsi in piscina e con delle semplici manovre, far scendere l’interessato direttamente in vasca.
La raccolta fondi è già iniziata ed è possibile partecipare anche con un piccolissimo contributo tramite questo IBAN IT 87 O 05034 70710 000000000690 intestato a A.S.D. Sporting Club Marciana Marina presso Cassa di Risparmio di Lucca, Pisa e Livorno Gruppo Banco Popolare con causale “Progetto Nuoto Anch’io”.

Fonte: mercoledì 22 luglio 2015 © Riproduzione riservata

Leggi questo articolo su: http://www.tenews.it/giornale/2015/07/22/nuoto-anch-io-un-progetto-per-far-nuotare-i-disabili-59918/
Copyright © tenews.it