Piscine accessibili per tutti con i sollevatori meccanici della DIGI PROJECT

Un’azienda che si contraddistingue per la sensibilità e per l’attenzione verso i soggetti con difficoltà motoria è sicuramente la DIGI PROJECT.

La DIGI PROJECT, con sede a Mantova, è stata la prima azienda italiana a brevettare sistemi meccanici che facilitassero gli spostamenti di persone affette da disabilità fisica, attraverso l’invenzione di tecnologie sicure, adatte a risolvere i problemi di mobilità di disabili, anziani, obesi e soggetti in riabilitazione.

Il mercato intero si sta rendendo conto dell’importanza di permettere la massima accessibilità alle persone, con conseguente abbattimento delle barriere architettoniche, ma la DIGI PROJECT è stata una pionera nell’inventare e sperimentare tecnologicamente in questo campo, favorendo la mobilità nei sistemi di trasporti ma anche nelle piscine.

Infatti la sua ricerca ha portato alla realizzazione di un nuovo prodotto, Panda Pool: questo macchinario è il primo sollevatore motorizzato per piscine che facilita l’accesso in acqua in modo sicuro e piacevole, accompagnandolo dallo spogliatoio sino a bordo piscina, sino a permetterne l’entrata in acqua. Panda Pool è un prezioso ausilio per tutti i soggetti con difficoltà nella mobilità ed è molto apprezzato dal mercato estero, soprattutto statunitense, data l’altissima tassa di obesità che affligge i suoi abitanti.

pandapool.png

Panda Pool, l’ultimissimo prodotto della famiglia DIGI PROJECT

DIGI PROJECT ha una vasta gamma di prodotti di altissima tecnologia e sicurezza che si adattano alle esigenze di tutti i clienti, sia privati che pubblici. In questo modo si possono attrezzare a norma di legge piscine comunali, strutture termali, SPA – in tal caso con soluzioni diverse-, barche, moli.

Lo staff di geometri ed ingegneri che vi lavora all’interno pensa costantemente alle soluzioni più adatte per ogni contesto, mettendo scienza e sensibilità a disposizione dei suoi clienti. Tutti i prodotti sono brevettati e hanno ottenuto le certificazioni ISO.

I suoi prodotti made in Italy sono richiesti in tutto il mondo, ma sono molto presenti anche in Italia perché la DIGI PROJECT segue ad ogni passo i suoi clienti, fornendogli la formazione necessaria per il migliore utilizzo dei suoi prodotti. Mentre l’accesso al mercato internazionale è favorito dai distributori che lavorano nel settore, a livello nazionale l’azienda preferisce il faccia a faccia, per poter spiegare in dettaglio il funzionamento dei suoi macchinari e per facilitare tale informazione effettuano delle dimostrazioni in loco.

DIGI PROJECT vi invita ad abbattere le barriere architettoniche e ad aprirvi alla mobilità!

Fonte: Guida Piscine – 29 nov 2013 Accessori per la piscina

Leggi questo articolo su: https://www.guidapiscine.it/articoli/piscine-accessibili-per-tutti-con-i-sollevatori-meccanici-della-digi-project
Copyright © guidapiscine.it

La piscina comunale si dota di un sollevatore per persone disabili

San Giuliano di Puglia. La piscina comunale di San Giuliano di Puglia offre un servizio in più dedicato alle persone con disabilità.

L’amministrazione comunale ha approvato una delibera per l’acquisto di un sollevatore che consentirà alle famiglie e agli operatori di assicurare l’attività sportiva e di riabilitazione migliorando la qualità delle attrezzature. L’impianto, frequentato anche da persone disabili, non era infatti dotato di un sollevatore per persone con capacità motoria ridotta che risulta fondamentale per consentire il loro accesso in acqua.

Gli amministratori hanno quindi provveduto a superare questo disagio ravvisando la necessità di abbattere ulteriormente le barriere architettoniche nella struttura in questione, provvedendo a dotarla di un sollevatore per disabili che, in assoluta sicurezza, comfort e praticità, consente l’accesso nella vasca dei diversamente abili. L’attrezzatura è stata consegnata al Comune e messa a disposizione della piscina che viene gestita dalla società H20 sport.

Il sindaco di San Giuliano di Puglia, Luigi Barbieri, e l’intera amministrazione comunale hanno evidenziato l’utilità del sollevatore rinnovando anche l’invito a tutte le famiglie delle persone con disabilità a cogliere questa opportunità per consentire la pratica del nuoto sia a livello riabilitativo che sportivo.

Fonte: Primo Numero del 03/10/2017

Leggi questo articolo su: http://www.primonumero.it/attualita/news/1506959210_san-giuliano-di-puglia-la-piscina-comunale-si-dota-di-un-sollevatore-per-persone-disabili.html
Copyright © primonumero.it

Belediyeden Engelli Yüzücülere Havuz Asansörü

Batman Belediyesi, Belediye Spor kompleksindeki havuzda yüzmeye gelen veya yüzme eğitimi alan fiziksel engelli vatandaşlar ile havuza erişim problemi yaşayanların, havuzdan engelsiz faydalanmaları için Havuz Asansörü teminine gitti.

Belediye, Belediye Spor Kompleksinde verilen hizmetler  ve açılan kurslar içinde en fazla rağbet gören yüzme havuzundan her kesimin faydalanabilmesi için ekstra tedbirler alıyor. Her yaş ve cinsiyet grubuna yönelik yüzme programları hazırlayan Belediye, engellilerin de bu hizmetten sınırsız ve engelsiz faydalanabilmelerinin önündeki sorunu ortadan kaldırdı.

Haftanın belirli gün ve saatlerinde yüzme havuzundan faydalanan fiziksel engelli vatandaşların, havuza girişlerinde sorunlar yaşamaları üzerine bu soruna çözmek istediklerini söyleyen Belediye Başkan Vekili Ertuğ Şevket AKSOY, satın aldıkları portatif engelli havuz lifti ile “soyunma odasından, yüzme aşamasına kadar engelli vatandaşlara güvenli havuz hizmeti sunduklarını” açıkladı.

Manuel ve otomotik sürüş fonksiyonlarına sahip olan Engelli Yüzme lifti (asansörü) Belediye Spor Kompleksinde engellilerin kullanımına sunuldu. Hizmetin, havuzdan faydalanmalarını kolaylaştırdığını ve yüzme isteklerini artırdığını söyleyen engelli vatandaşlar, bundan duydukları mutluluğun altını çizerek, Belediye Başkan Vekilimiz AKSOY’a ve yönetime teşekkür etti.

Oluşturulma Tarihi : 21.09.2017
Okunma Sayısı : 275

Fonte: Batman Belediyesi Resmi

Leggi questo articolo su: http://www.batman.bel.tr/icerik/25/4857/belediyeden-engelli-yuzuculere-havuz-asansoru.aspx
Copyright © batman.bel.tr

Un accès plus aisé à la piscine pour les PMR

La piscine communale de Waterloo a présenté un nouvel élévateur portable permettant une mise à l’eau aisée des personnes à mobilité réduite.

«  D’ici quelques années toutes les piscines de Belgique seront  équipées de cet appareil, estime Michel Bettendorf, échevin en charge des Sports. ».

Depuis quelques mois,  une chaise aquatique est en test à la piscine de Waterloo. Des personnes à mobilité réduite profitent régulièrement de la piscine. Elles viennent du Village n°1 ou de l’IRSA. Avec cet équipement, des nouveaux groupes à mobilité réduite rejoignent également l’infrastructure communale.

Concrètement, le BluOne est un appareil qui permet de prendre en charge la personne depuis le vestiaire jusqu’au bord de la piscine et la fait descendre dans l’eau d’une manière douce, simple et sûre. Très facile à utiliser : le transfert et l’installation sur le siège de l’élévateur se fait au vestiaire, puis on déplace l’élévateur jusqu’au  bassin et on le positionne au bord de l’eau.

« J’avais déjà testé d’autres outils pour faciliter l’accès au bassin, explique Michel Bettendorf. Le dernier était une potence articulée par un bras qui descendait le nageur dans l’eau. Les personnes à mobilité réduite n’aiment pas cet outil. Il attire l’attention… De plus, le transfert entre la chaise et la potence se fait au bord de la piscine.»

C’est une société Nivelloise qui a créé le BluOne. Initialement, il était en prêt à la piscine de Nivelles. Une piscine fermée pour cause de rénovation. Du coup, l’échevin des Sports de Nivelles a proposé à la piscine de Waterloo de poursuivre l’expérience.  Convaincu, l’achat définitif de l’appareil devrait suivre dans les prochaines semaines. «Il y a trois ans, la piscine a été  entièrement rénovée, ajoute l’échevin.  L’idée a toujours été de la rendre accessible à tous en fonction des difficultés de chacun. A titre d’exemple, de larges escaliers accédant au grand bassin ont notamment été créés. »

Fonte: Commune de Waterloo

Leggi questo articolo su: http://www.waterloo.be/vie-pratique/sport/un-acces-plus-aise-la-piscine-pour-les-pmr-9319
Copyright © waterloo.be

Nuoto e disabilità

https://www.professioneacqua.it/parole-d-acqua/nuoto-e-disabilita.html

Nuoto e disabilità

Seconda parte

Entrando nel merito della questione è risaputo che i benefici dell’attività natatoria ricadono anche a livello psico-sociale.

Uno dei tanti effetti nonché benefici dovuti anche solo alla sommersione del corpo in acqua è la riduzione del dolore (cosa da non trascurare) se pensiamo alle varie posture scorrette dovute alla spasticità (tensione e contrazione muscolare continua).

Di conseguenza aumenterà la mobilità e ampiezza articolare nonché il rilassamento dei tessuti e dei muscoli , cosi’ da portare un miglioramento delle condizioni fisiche generali.

La frequenza ad un impianto natatorio o ad un centro di recupero con vasche dedicate con una frequenza di 1/2/3 volte la settimana favorirà così certamente un maggior inserimento sociale e motivazionale dell’individuo, sollecitando di nuovo passioni e desideri che si erano in parte dimenticati.

L’Apprendimento, e lo sviluppo di quel potenziale residuo delle varie aree del cervello (emotivo-affettiva, relazionale,motoria ecc) saranno cosi’ sottoposte ad un maggior lavoro aumentando così di conseguenza quello che nella piramide di Maslow viene definita autorealizzazione e autostima.

Quindi se pensiamo che solamente facendo vivere questa esperienza si sollecitano cosi’ tante “emozioni” vale la pena di portare in piscina (acqua) il maggior numero di individui.

La disponibilità dell’acqua ad accogliere anche con ausili di supporto la persona e il corpo diventano elemento portante per il miglioramento e il raggiungimento di “performance” personali di notevole pregio.

La figura dell’Istruttore diventa fondamentale, in quanto depositario del sapere a 360 °.

La persona in acqua , spesso viene affidata ad un’altra figura , la quale deve diventare il garante della sicurezza della prima , nonché il Maestro delle attività, percezioni e relazioni che si svilupperanno in futuro, qualora l’attività di recupero diventi una vera e propria attività ludico-sportiva.

Il piacere e il divertimento devono essere alla base dei sacrifici successivi che potranno portare ad ulteriori soddisfazioni nel tempo

A seconda del tipo di limitazioni o handicap o disabilità si realizzeranno programmi di lavoro personalizzati.

L’impegno e la partecipazione (frequenza) diventeranno da un punto di vista pedagogico e psicologico una sorta di dipendenza positiva , in quanto si scopriranno cosi’ successivamente nuove mete inesplorate (limiti) , da superare di volta in volta.

La classificazione diventa pertanto un momento di verifica e consapevolezza importante .

Molte le sigle a seconda della situazione se fisica , sensoriale , intellettivo ecc.

Nel nuoto paralimpico la classificazione è suddivisa per tipo di nuotate:

S1-S14 stile libero, dorso , farfalla

SB1-SB14 rana

SM1-SM14 misti

Le classi da S1 a S10 , da SB1 a SB9, da SM1 a SM10, sono riferite ad atleti con disabilità fisica

Le classi da S11 ad S13 , da SB11 ad SB13, e da SM11 a SM13, sono riferite ad atleti con disabilità visiva.

Le classi S14,SB14;SM14, sono riferite ad atleti con disabilità intellettiva relazionale.

Per dovere di completezza dal 2008 in Italia è stata inserita anche la classe per atleti con sindrome di Down , la C21.

Come per le classificazioni tradizionali , gli atleti con la minor funzionalità vengono collocati nella classe più bassa (S1) , quelli con la maggior funzionalità in S10, tutti gli altri vengono suddivisi proporzionalmente nelle altre classi intermedie.

Es. in S1 ci sono atleti affetti da lesioni midollari, cerebrali o gravi artrogriposi che limitano in maniera evidente tutti i movimenti; normalmente in questa classe gli atleti nuotano a dorso con la doppia bracciata.

In S5 nuotano atleti con lesioni midollari, cerebrali, o articolari che possono avere una normale funzionalità normale degli arti superiori e nulla degli arti inferiori e tronco, , oppure una discreta funzionalità di tutti e quattro gli arti.

In S10 gli atleti con un’amputazione ad un arto inferiore sotto il ginocchio , o atleti con una lieve limitazione di un’arto.

A questo punto bisogna solo nuotare, nuotare, e ancora nuotare, e riprendendo una citazione voglio ricordare che” Ogni uomo è destinato ad essere un successo ….ed il mondo è destinato ad accogliere questo successo. JJ Rousseau (Pedagogista , Filosofo, Musicista, Svizzero).

Prof. Giuseppe Righini  – email: gi,righigi@alice.it

Fonte: Nuoto e disabilità

Leggi questo articolo su: https://www.professioneacqua.it/parole-d-acqua/nuoto-e-disabilita.html
Copyright © professioneacqua.it

Il NUOTO Metodi e tecniche nelle attività sportive paralimpiche FINP INAIL Diego Unterhuber 2013

MANUALE DI SOPRAVVIVENZA ACQUATICA PER MAMMA E PAPA’ Ed. Caraba’ G. Righini 2014

Agrigento, la piscina di Villaseta sarà fruibile gratuitamente per i disabili

Grazie alla disponibilità del Libero Consorzio di Agrigento, del Comune di Agrigento e dell’Associazione SSD Nuoto CSEN Accademy, a partire dal 4 settembre i soggetti disabili potranno accedere gratuitamente alla piscina di Villaseta per svolgere attività natatoria.

Ad illustrare l’iniziativa il Commissario Straordinario del Libero Consorzio Giuseppe Marino, l’Assessore del Comune di Agrigento Gerlando Riolo, Angela Zicari della Federazione “Movimento Noi Liberi Regionale” e i responsabili della SSD Nuoto CSEN Accademy Spataro, Sodano e Carlisi. La SSD Nuoto CSEN già svolge attività e corsi per i diversamente abili.

Per questi soggetti saranno messi a disposizione personale qualificato, locali riservati ai disabili e alle loro famiglie e l’equipaggiamento per accedere direttamente in acqua come il Panda Pool.

L’iniziativa di garantire ai disabili di poter accedere a titolo gratuito alle attività natatorie libere della Piscina Comunale di Villaseta è parte di un progetto di integrazione e fruizione delle risorse del territorio che l’ex provincia di Agrigento sta portando a compimento in collaborazione alle associazioni dei genitori con figli disabili e segue la sottoscrizione del protocollo d’intesa tra l’Ente e la Federazione “Movimento Noi Liberi Regionale” .

Il Libero Consorzio, grazie all’impulso del Commissario Marino, prosegue il suo impegno per costruire un nuovo modo di intendere i rapporti tra Associazioni di Volontariato, Terzo Settore e Pubbliche amministrazioni, nella consapevolezza che solo una reale collaborazione e la costruzione comune di un percorso siano in grado di far crescere sia una cultura dell’accoglienza sia un sistema integrato di interventi in favore delle persone con grave disabilità.

Fonte: Agrigento Oggi 25 Luglio 2017

Leggi questo articolo su: http://www.agrigentooggi.it/agrigento-la-piscina-villaseta-sara-fruibile-gratuitamente-disabili/
Copyright © agrigentooggi.it

Piscina per tutti con il Blupool

Entra nel vivo la stagione della piscina comunale di via dello Sport, che quest’anno è dotata del Blupool, un dispositivo medicale acquistato dall’Amministrazione che permette l’accesso alla piscina in modo sicuro, confortevole e funzionale alle persone con capacità motoria ridotta.

La piscina è aperta tutti i giorni (da lunedì a venerdì dalle 10 alle 19 e il sabato e la domenica dalle 9.30 alle 20; per info 392-4821908) e, anche quest’anno, resterà aperta dopo l’orario di chiusura della vasca per alcuni eventi di intrattenimento a ingresso libero.

  • Tutti i giovedì sera di giugno e luglio serate con musica dal vivo, a partire dalle ore 21 dopo l’aperitivo o la cena che si possono consumare a bordo piscina.
  • Tutti i martedì sera invece, sempre dalle ore 21, si può partecipare a Mister Quiz, l’avvincente gioco a squadre che mette alla prova la conoscenza e la velocità.
  • Tutti i lunedì e mercoledì, dalle 18.15 fino alle 19, si tiene invece il corso di Aqua Zumba organizzato dalla scuola di danza “L’Accademia” di Budrio.
  • Il 15 luglio è in programma un evento di Sogese: per tutta la giornata prove di sub, aquagym, musica, corsi di rianimazione pediatrica e tante altre attività.sollevatore-piscina

Fonte: Comune Granarolo Dell’Emilia (BO) – 29 Giugno 2017

Leggi questo articolo su: http://www.comune.granarolo-dellemilia.bo.it/index.php/TUTTE-LE-NOTIZIE/Piscina-per-tutti-con-il-Blupool
Copyright © comune.granarolo-dellemilia.bo.it

 

 

 

Inaugurato il sollevatore Blue Pool Digiproject alle piscine di Monsummano

Inaugurato il sollevatore Blue Pool Digiproject alle piscine di Monsummano 08 giugno 2017 16:57

Sport Nuoto Domenica 4 giugno, all’impianto delle piscine comunali di Monsummano Terme, è stato inaugurato il SOLLEVATORE BLUE POOL DIGIPROJECT, apparecchio medicale di altissima qualità atto a favorire l’accesso in acqua di persone diversamente abili, totalmente meccanico, mobile, che permette di sollevare e sostenere carico fino a 140kg.

Da anni l’Asd Nuoto Valdinievole, società che gestisce l’impianto delle piscine comunali sito in piazza Pertini 11 a Monsummano, desiderava concludere questo acquisto e l’amministrazione comunale si era resa sensibile a questa problematica. Il progetto pilota „ACQUAFACILE“ nasce nel dicembre 2016, da un’idea originale e di nuova generazione, un crowdfunding, ovvero una raccolta popolare di fondi attraverso internet versati su una piattaforma comune, Eppela (www.eppela.com). Il progetto ammontava a 8.500 euro. Grazie alla sinergia dell’attività di Nuoto Valdinievole, dell’Amministrazione Comunale di Monsummano Terme, con l’intervento diretto del vicesindaco Luca Buccellato e dell’assessore allo sport Elena Sinimberghi, della sezione soci Unicoop.Fi Valdinievole e della Fondazione Il Cuore si Scioglie e infine di LAD, Laboratorio Accademico Danza di Antonella Lombardo, l’obiettivo è stato raggiunto.

Nel complesso, 4250 euro stati versati dalla Fondazione il Cuore si Scioglie, una parte sono stati raccolti durante le vacanze di Natale presso la filiale di Unicoop.Fi a Monsummano, altri sono stati raccolti a gennaio presso l’impianto delle piscine comunali, LAD ha versato parte del ricavato del saggio di Natale dei suoi allievi e infine 2000 euro sono stati raccolti sulla piattaforma interinale. Il taglio del nastro tricolore inaugurale si è tenuto alle 11, accompagnato da un brillante esercizio di danza moderna di LAD, dai saluti delle autorità e con il beneplacito di Massimo Porciani in rappresentanza del Cip, Comitato Italiano Paralimpico, che ha sottolineato le difficoltà che le persone meno fortunate possono incontrare nell’approccio al mondo piscina, sia di carattere logistico che funzionale, che l’apparecchio Blue Pool aiuterà a superare. Sentita la partecipazione del pubblico, ha perfino commosso l’intervento di Valeria Tuci, presidente della Sezione Soci Unicoop.Fi Valdinievole, e di Paola Birindelli, in rappresentanza di Unicoop.Fi di Pistoia; e ancora commozione e applausi per la prova effettiva dell’apparecchio con l’ingresso in acqua di Anna prima e poi di Aziz, due utenti con problematicità assai diverse tra loro che ci hanno dato una lezione di vita mostrando le loro routine di esercizi al folto pubblico della manifestazione. Con la speranza di avere sempre più utenti impegnati nelle nostre corsie, invitiamo alla visita dei nostri impianti natatori di Monsummano Terme e Larciano Lamporecchio, sempre aperti dalle 9 alle 19 tutti i giorni all’esterno con possibilità ordinaria e giornaliera anche di attività natatoria all’interno.

Fonte: Asd Nuoto Valdinievole – Ufficio Stampa

Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2017/06/08/inaugurato-sollevatore-blue-pool-digiproject-alle-piscine-monsummano/
Copyright © gonews.it

 

Sollevatore „Bluone“ a Frosinone

Anche il centro federale di Frosinone ha in dotazione il nuovo sollevatore „Bluone„della DiGi Project di Pegognaga (Mantova), che ha instaurato una convenzione con la FIN dal 2015.
Il sollevatore consentirà alle persone carrozzate senza o con ridotta mobilità di poter accedere in piscina.
Dopo Ostia, Pietralata, Verona e Trieste, il centro federale di Frosinone è il quinto ad essere dotato del macchinario della DiGi project, leader in Italia nel settore sollevamento per disabili e persone in fase di riabilitazione.
Alla presentazione sono intervenuti – oltre al direttore del centro federale Luigi Catalano e al funzionario federale Paolo Borroni – il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani, il presidente della Provincia di Frosinone Antonio Pompeo, il delegato provinciale del CONI Massimo Mignardi e il direttore commerciale della DiGi project Sergio Campi.
Presenti anche Giancarlo Pizzutelli della ASL Frosinone, il direttore della fondazione Boccadamo Mauro Bellini, il comandante dei Carabinieri magg. Matteo Branchinelli, l’ispettore capo della Polizia Sergio Ferraro, il presidente provinciale dell’Unione Ciechi e Ipovedenti Eliseo Ferrante, il presidente provinciale della Special Olympics Alberto Ceccarelli, il presidente dell’associazione „ASD Esperimento“ Claudio Paris, Patrizia Campagna per il Provveditorato agli studi, Antonio Cielo per la cooperativa „EDUFOP“ e Francesca Padovese per la cooperativa sociale „Essenziale“.

 

Fonte: Federazione Nuoto – Martedì, 28 Febbraio 2017

Leggi questo articolo su: https://www.federnuoto.it/federazione/federazione-news/item/38583-sollevatore-bluone-a-frosinone.html
Copyright © federnuoto.it