Nuoto paralimpico, Il Faro Augusta allunga in vetta al campionato regionale. A Melilli visita dell’ex ministro Martino

AUGUSTA – Mattinata intensa nella piscina comunale di Melilli, per la terza e penultima fase del campionato regionale di nuoto paralimpico Finp. L’Asd Il Faro Augusta ha vinto la tappa di cui è organizzatrice, ottenendo 34 punti e allungando di 6 lunghezze nella classifica generale rispetto alla società inseguitrice dell’Asd All Sporting di Catania.

Nonostante l’assenza per la società augustana della giovanissima campionessa azzurra Giorgia Fotia, respinto il tentativo di accorciare le distanze dei paratleti catanesi, al secondo posto di tappa con 28 punti. Resta quindi in vetta la società guidata dal presidente Giovanni Spadaro con 103 punti. A completare il podio provvisorio della classifica generale l’Asd All Sporting con 88 punti, appunto, e l’Asd Il Sottomarino con 33 punti.

Qui di seguito la lista dei nuotatori dell’Asd Il Faro, allenati da Francesca Zito e Giovanna Capuano, in vasca stamani (nella foto all’interno): Domenico Scardace, Annalisa D’Angelo, Alessandro Noe, Vito De Siato, Giuseppe D’Antonio, Danny Sortino, Maria Rosa Schinocca.

Nel corso della cerimonia di premiazione, visita a sorpresa dell’ex ministro Antonio Martino (nella foto di copertina), ospite del Rotary club di Augusta che patrocina da sempre l’evento alla decima edizione. La tappa è infatti valevole anche per il Memorial “Giuliano Ricciardi”, che dieci anni fa fu presidente del club service dando concretezza all’idea di un campionato regionale di nuoto paralimpico. Tra le emozioni della mattinata, una targa dedicata alla memoria di Gianni D’Anna, giornalista augustano scomparso prematuramente lo scorso dicembre, targa consegnata alla moglie Liana.

premiare i paratleti delle prime tre società di tappa (Il Faro, All Sporting e Project Diver) sono stati Paola Ricciardi, moglie del compianto Giuliano, e i presidenti dei club service augustani Rotary e Inner Wheel, rispettivamente Giuseppe Tringali e Alessandra Traversa. Non sono mancati i momenti di intrattenimento musicale, scanditi dal presentatore dell’evento Mauro Italia, che hanno visto le esibizioni di Salvo Tempio, Sabrina Russo, Marco Zarbano, Federico Patania, Salvatore Passanisi e Costanza La Ferla.

Inoltre, nella stessa mattinata è stata posta una targa nella piscina comunale in memoria di Salvatore Gurreri, “ultimo abitante di Marina di Melilli”, ed è stato inaugurato il sollevatore mobile donato dalla raffineria Sonatrach di Augusta.

Un vivo ringraziamento ai tecnici Zito e Capuano e agli accompagnatori – riferisce il presidente dell’Asd Il Faro, Spadaro – Si ringraziano la città di Melilli che ci ha ancora una volta ospitato e tutti gli sponsor, in particolare la Sonatrach. Ma anche tutti gli artisti che hanno allietato la manifestazione”.

 

Fonte:   17 novembre 2019

Leggi questo articolo su:  https://www.lagazzettaaugustana.it/nuoto-paralimpico-il-faro-augusta-allunga-in-vetta-al-campionato-regionale-a-melilli-visita-dellex-ministro-martino/
Copyright ©  www.lagazzettaaugustana.it

Gubbio, un “sollevatore” per chi ne ha bisogno al Centro di equitazione “Spirit Onlus”

GUBBIO – Una giornata di festa per il Centro Riabilitativo equestre “ Spirit Onlus”, per la Gubbio,  per tutti i ragazzi che possono avere difficoltà, fruitori del centro, e per le loro famiglie  che, grazie ai proventi di amici generosi, ha potuto dotare la struttura, in località Coppiolo in Gubbio, di un prezioso sollevatore, apparecchio dimensionato per facilitare la salita a cavallo, in totale sicurezza, da parte di questi ragazzi.

Il gruppo di volontari, associati,  della Spirit onlus, ormai da anni, si sta adoperando per  offrire a chi ha minorazioni fisiche, psichiche o sensoriali di vario grado, il miglior servizio di “ RIABILITAZIONE EQUESTRE” inserita, questa,  fra i programmi della cosiddetta “ riabilitazione integrata “, sia in ambito fisico che psichico : il cavallo è, tra gli animali coinvolti nelle attività assistite, il più ricco di valori simbolici, il più interessante, perché consente di lavorare sia sulla parte neuromotoria che in quella relazionale. Anche la localizzazione fisica del maneggio,  abitualmente in un ambiente non sanitario, spesso immerso nel verde, in zone tranquille e rilassanti , influisce positivamente nella costruzione e nella gestione degli interventi sulle disabilità.

“A piccoli passi – si legge in una nota di Spirit Onlus – il centro di Coppiolo è stato integrato e rinnovato negli spazi e nelle dotazioni tecniche, ma  ancora necessita del sostegno e della sensibilità di Gubbio; l’obiettivo dell’acquisto  di questo sollevatore, auspicato e desiderato dall’associazione Spirit onlus e dall’utenza interessata, è stato raggiunto e realizzato,   anche, grazie a chi ha sempre creduto e crede in gesti concreti di condivisione, amore e partecipazione.

L’inaugurazione di questo sollevatore, in memoria di Antonio Ramacci, da sempre sensibile a gesti di solidarietà nei confronti dell’attività svolta dalla Associazione Spirit onlus,  grazie alla generosa donazione della Società Team System, dei familiari di Antonio Ramacci, degli autotrasportatori di ditte private di Gubbio e Spoleto che caricano merci presso lo stabilimento  di produzione di cemento di Ghigiano , e di altri generosi donatori, si terrà sabato 21 dicembre alle ore 11,30 all’interno del maneggio di Coppiolo in Gubbio, alla presenza di autorità religiose, civili e militari oltre a tutti i cittadini che vorranno partecipare. Grazie di cuore da parte della Associazione  Spirit onlus per aver aiutato a realizzare questo progetto”.

 

Fonte: 

Leggi questo articolo su: https://www.vivoumbria.it/2019/12/16/gubbio-un-sollevatore-per-chi-ne-ha-bisogno-al-centro-di-equitazione-spirit-onlus/
Copyright ©   www.vivoumbria.it

Piscina senza barriere inaugurato il sollevatore

A Ozieri già operativo il macchinario grazie al Rotary e a una raccolta di fondi Il club ha accolto l’appello dell’associazione “Non metteteci i bastoni tra le ruote”

OZIERI. È entrato ufficialmente in funzione ieri, dopo la cerimonia di inaugurazione svoltasi in mattinata, il nuovo sollevatore mobile a funzionamento elettro-idraulico per consentire ai disabili un agevole ingresso in vasca. Lo ha donato il Rotary Club al Comune di Ozieri per la piscina comunale. La donazione è frutto di una sinergia tra Rotary, Comune e l’associazione Non metteteci i bastoni tra le ruote, che nei mesi scorsi aveva lanciato una raccolta fondi per acquistare questo macchinario e finanziare eventuali altri interventi per l’abbattimento delle barriere architettoniche in città.

Il Rotary aveva accolto l’appello e predisposto un progetto alla Rotary Foundation che lo ha finanziato- addirittura indicandolo come il progetto migliore del distretto Lazio-Sardegna – e concesso al Rotary Ozieri un contributo del 45 per cento del costo del macchinario. I rimanente, poco più di 6000 euro è stato stanziato dal Club di Ozieri con il contributo dei Club di Alghero, Cagliari, Cagliari Est, La Maddalena, Macomer, Quartu, Del Terralbese, Sassari e Thiesi- Bonorva-Pozzomaggiore.

Un percorso ricordato nel corso dell’inaugurazione dal presidente del club, Diego Satta, presente alla cerimonia con presidenti dei Club di Quartu Tullio Contu, di Sassari Attilio Mastino e di Thiesi Nicola Rassu, con il sindaco Marco Murgia e altri esponenti del consiglio e della giunta. Presenti anche il parroco di Santa Lucia, don Uccio Spanu, che ha impartito la benedizione, con la direttrice della piscina Vania Venturicchi e il suo staff e con una delegazione dell’associazione Non metteteci i bastoni tra le ruote che hanno anche dato una dimostrazione dell’utilizzo del sollevatore.

Un percorso ricordato nel corso dell’inaugurazione dal presidente del club, Diego Satta, presente alla cerimonia con presidenti dei Club di Quartu Tullio Contu, di Sassari Attilio Mastino e di Thiesi Nicola Rassu, con il sindaco Marco Murgia e altri esponenti del consiglio e della giunta. Presenti anche il parroco di Santa Lucia, don Uccio Spanu, che ha impartito la benedizione, con la direttrice della piscina Vania Venturicchi e il suo staff e con una delegazione dell’associazione Non metteteci i bastoni tra le ruote che hanno anche dato una dimostrazione dell’utilizzo del sollevatore.

Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Marco Murgia, che a margine della cerimonia ha avuto anche modo di fare il punto sulle iniziative del Comune per l’abbattimento delle barriere architettoniche, anche in riferimento alla recente richiesta del gruppo locale dei Riformatori se il Comune si stesse o meno preparando a partecipare al bando per i finanziamenti della norma Fraccaro in scadenza il 31 ottobre. «Entro il 31 ottobre non scadono i termini per presentare le domande – ha sottolineato Murgia – ma per comunicare al ministero l’inizio dei lavori progettati con i 90.000 euro della Fraccaro. Ebbene, il Comune ha partecipato, presentando due progetti: la realizzazione di tre stalli per le auto elettriche e due stazioni per bike sharing. Gli interventi che i Riformatori sollecitano sono già stati previsti, a valere su fondi comunali, e accoglieranno le richieste dei cittadini e dell’associazione Non metteteci i bastoni tra le ruote con cui esiste un costante dialogo».

 

 

Leggi questo articolo su: https://www.lanuovasardegna.it/sassari/cronaca/2019/10/20/news/piscina-senza-barriere-inaugurato-il-sollevatore-1.17899906?refresh_ce
Copyright ©  www.lanuovasardegna.it

Cascina, sport inclusivo: nuovo sollevatore mobile da piscina

In questi mesi l’Assessorato allo sport, di concerto con l’Assemblea dello Sport, ha provveduto ad effettuare un monitoraggio delle necessità espresse dalle varie realtà sportive del territorio, per poter poi consentire acquisti mirati e soprattutto utili all’interno delle strutture sportive. Tra questi l’Assessorato ha ritenuto preferenziale procedere con l’acquisto di un sollevatore mobile da piscina per i diversamente abili. Un ausilio importante per le persone con limitate capacità motorie, che verranno così assistite nello spostamento dallo spogliatoio dell’impianto fino a bordo piscina e contemporaneamente fatte calare in acqua in modo semplice, dolce e sicuro. Il modello acquistato dall’Amministrazione comunale è sviluppato da tecnici del settore con esperienza nel fornire soluzioni per persone con disabilità. Si tratta del modello BLUONE scelto da diversi anni anche dalla Federazione Italiana Nuoto (FIN) e dalla Federazione Italiana Nuoto Paraolimpico (FINP) per l’abbattimento delle barriere architettoniche: un DISPOSITIVO MEDICALE (classe 1) regolarmente registrato presso il MINISTERO DELLA SALUTE ITALIANA. Pur essendo pensato per persone su sedia a rotelle, questo sollevatore può essere utile a chiunque abbia difficoltà a entrare e uscire dall’acqua di una piscina. L’Amministrazione ha inteso dunque fornire un concreto aiuto a quei bisogni inespressi che diventano frustranti nelle difficoltà di ogni giorno, rendendo la vita libera in qualunque situazione. Stante la necessità di dotare la piscina comunale di Cascina di un sollevatore utile a consentire l’accesso in vasca anche ai cittadini con disabilità, e considerate le richieste che a più riprese, nel corso del tempo, sono pervenute in tal senso dalla cittadinanza, l’Amministrazione Comunale ha proceduto quindi con l’acquisto del bene, che entrerà in funzione a partire da gennaio 2020. Il sollevatore potrà essere immediatamente utilizzato dagli utenti del progetto comunale “Sport senza barriere”, specificamente dedicato alle persone con disabilità residenti nel Comune di Cascina e che vede il polo natatorio come uno dei principali luoghi preposti. Sarà disponibile fin da subito, e verrà messo a disposizione di ogni utente della piscina di Cascina che dovesse ravvisarne il bisogno. Il bene è stato acquistato a corredo della piscina comunale scoperta. Naturalmente, non essendo fisso ma mobile, sarà fruibile anche da parte degli utenti della piscina coperta. “Sono particolarmente soddisfatto – afferma l’Assessore allo sport Leonardo Cosentini- per questo importante e significativo risultato che mette a disposizione della collettività uno strumento utile, specialmente per i cittadini che si trovano a dover affrontare quotidianamente il problema delle barriere architettoniche; barriere che finalmente in piscina saranno superate grazie alla presenza di questo ausilio, segno concreto di attenzione e vicinanza alle esigenze di coloro che anche transitoriamente sono stati fino ad oggi costretti a rinunciare all’uso della piscina per mancanza dei necessari presidi. Ritengo l’iniziativa – conclude Cosentini- un segno tangibile di civiltà.”

Leggi questo articolo su: https://www.gonews.it/2019/12/18/cascina-sport-inclusivo-sollevatore-mobile-piscina/
Copyright © gonews.it

Cairo Montenotte, inaugurato un sollevatore per disabili alla piscina comunale

La cerimonia si è tenuta questa mattina. E’ stato acquistato con il ricavato degli eventi “Soliday”, “Cena dei Colori” e “Festa dei Popoli” e grazie ad una donazione da parte dell’azienda “Val Vetri”

Un sollevatore per agevolare la discesa in acqua dei disabili presso la piscina comunale di Cairo Montenotte. Il nuovo strumento è stato inaugurato e consegnato questa mattina, sabato 11 gennaio.

Si tratta di un’iniziativa fortemente voluta dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Paolo Lambertini, considerata la rilevanza territoriale dell’impianto sportivo a servizio di tutta la Val Bormida.

Il sollevatore è stato acquistato con il ricavato degli eventi “Soliday”, “Cena dei Colori” e “Festa dei Popoli” e grazie ad una donazione da parte dell’azienda “Val Vetri” di Cairo Montenotte.

Si tratta di uno strumento (mobile) all’avanguardia che consentirà di andare a prendere più agevolmente le persone disabili sia nello spogliatoio, sia all’esterno della piscina (fino alla propria auto).

Inoltre potrà essere fruito anche da soggetti che momentaneamente si ritrovano in condizioni di invalidità temporanea a causa di un infortunio o altro.

 

Fonte: 11 gennaio 2020

Leggi questo articolo su: http://www.savonanews.it/2020/01/11/leggi-notizia/argomenti/solidarieta-1/articolo/cairo-montenotte-inaugurato-il-sollevatore-per-disabili-alla-piscina-comunale-foto.html
Copyright ©  www.savonanews.it

FIRST LOOK: Leisure centre deploys Dolphin Mobility specified lift

A leisure centre in Hackney has started using the BluPool portable hoist.

On Dolphin Mobility’s website, the company detailed how it had specified the equipment for King’s Hall Leisure Centre.

Dolphin said that this was due to the freeboard design of the pool itself.

The lift comes from Italian manufacturer Digiproject evolved from the BluOne pool lift.

It is suitable for use with most deck level pools, and is designed for both the commercial and residential sectors.

The Blupool can also be used to transport people from the changing room area directly into the pool and can work with both freeboard and overflow pools.

 

Fonte:by ALEX DOUGLAS on 

Leggi questo articolo su: https://www.accessandmobilityprofessional.com/first-look-leisure-centre-deploys-dolphin-mobility-specified-lift/
Copyright ©  www.accessandmobilityprofessional.com

Nuoto paralimpico, Il Faro Augusta allunga in vetta al campionato regionale. A Melilli visita dell’ex ministro Martino

AUGUSTA – Mattinata intensa nella piscina comunale di Melilli, per la terza e penultima fase del campionato regionale di nuoto paralimpico Finp. L’Asd Il Faro Augusta ha vinto la tappa di cui è organizzatrice, ottenendo 34 punti e allungando di 6 lunghezze nella classifica generale rispetto alla società inseguitrice dell’Asd All Sporting di Catania.

Nonostante l’assenza per la società augustana della giovanissima campionessa azzurra Giorgia Fotia, respinto il tentativo di accorciare le distanze dei paratleti catanesi, al secondo posto di tappa con 28 punti. Resta quindi in vetta la società guidata dal presidente Giovanni Spadaro con 103 punti. A completare il podio provvisorio della classifica generale l’Asd All Sporting con 88 punti, appunto, e l’Asd Il Sottomarino con 33 punti.

Qui di seguito la lista dei nuotatori dell’Asd Il Faro, allenati da Francesca Zito e Giovanna Capuano, in vasca stamani (nella foto all’interno): Domenico Scardace, Annalisa D’Angelo, Alessandro Noe, Vito De Siato, Giuseppe D’Antonio, Danny Sortino, Maria Rosa Schinocca.

Nel corso della cerimonia di premiazione, visita a sorpresa dell’ex ministro Antonio Martino (nella foto di copertina), ospite del Rotary club di Augusta che patrocina da sempre l’evento alla decima edizione. La tappa è infatti valevole anche per il Memorial “Giuliano Ricciardi”, che dieci anni fa fu presidente del club service dando concretezza all’idea di un campionato regionale di nuoto paralimpico. Tra le emozioni della mattinata, una targa dedicata alla memoria di Gianni D’Anna, giornalista augustano scomparso prematuramente lo scorso dicembre, targa consegnata alla moglie Liana.

premiare i paratleti delle prime tre società di tappa (Il Faro, All Sporting e Project Diver) sono stati Paola Ricciardi, moglie del compianto Giuliano, e i presidenti dei club service augustani Rotary e Inner Wheel, rispettivamente Giuseppe Tringali e Alessandra Traversa. Non sono mancati i momenti di intrattenimento musicale, scanditi dal presentatore dell’evento Mauro Italia, che hanno visto le esibizioni di Salvo Tempio, Sabrina Russo, Marco Zarbano, Federico Patania, Salvatore Passanisi e Costanza La Ferla.

Inoltre, nella stessa mattinata è stata posta una targa nella piscina comunale in memoria di Salvatore Gurreri, “ultimo abitante di Marina di Melilli”, ed è stato inaugurato il sollevatore mobile donato dalla raffineria Sonatrach di Augusta.

Un vivo ringraziamento ai tecnici Zito e Capuano e agli accompagnatori – riferisce il presidente dell’Asd Il Faro, Spadaro – Si ringraziano la città di Melilli che ci ha ancora una volta ospitato e tutti gli sponsor, in particolare la Sonatrach. Ma anche tutti gli artisti che hanno allietato la manifestazione”.

 

Fonte del 17 Novembre 2019

Leggi questo articolo su: https://www.lagazzettaaugustana.it/nuoto-paralimpico-il-faro-augusta-allunga-in-vetta-al-campionato-regionale-a-melilli-visita-dellex-ministro-martino/
Copyright ©   www.lagazzettaaugustana.it

 

Na Gradskim bazenima predstavljen Plivački klub invalida ‘Marsonia’

Predstavljanje plivačkog kluba osoba s invaliditetom dio je programa u sklopu ovogodišnjeg obilježavanja 3.prosinca – Međunarodnog dana osoba s invaliditetom

osnivanje plivačkog kluba osoba s invaliditetom započelo je odmah nakon otvaranja slavonskobrodskih Gradskih bazena krajem rujna, a danas je, svega mjesec i pol dana poslije, novoosnovani Plivački klub invalida “Marsonia” službeno predstavljen i započeo s radom. Iako je pristup novom bazenskom kompleksu arhitektonski u potpunosti prilagođen invalidima za normalno korištenje bazena različitim kategorijama invalidnih osobama bilo je nužno osigurati još neka posebno prilagođena pomagala, pa su članovi kluba upravo danas imali priliku isprobati praktičnu primjenu pune rehabilitacije u vodi koristeći se dizalom za ulaz i izlaz iz bazena, a ovisno o tjelesnom invaliditetu i pojaseve za lakše održavanje na površini vode. – Plivanje je jedan od najboljih načina rehabilitacije osoba s invaliditetom. Za ljude koji imaju problem s kretanjem u trenutku kada se nalaze u vodi to je poseban osjećaj, a neki od naših članova mogu se kretati jedino na taj način. Danas smo imali malu probu i demonstrirali ulazak u bazen i plivanje, a već od idućega tjedna počet ćemo sa svakodnevnim redovitim vježbama i treninzima u vodi. Drago nam je da će Gradski bazeni uz rekreacijsku i sportsku od sada početi ispunjavati i svoju rehabilitacijsku funkciju- rekao je Tomislav Goll, dopredsjednik Udruge osoba s invaliditetom “Loco-Moto”.

Fonte:  26. STUDENOGA 2013

Leggi questo articolo su: https://www.vecernji.hr/vijesti/na-gradskim-bazenima-predstavljen-plivacki-klub-invalida-marsonia-905232
Copyright ©  www.vecernji.hr

Łamiemy bariery

Od 1 grudnia 2017 roku korzystanie z basenu dla osób niepełnosprawnych będzie łatwiejsze. Miasto wyposażyło pływalnię w Szkole Podstawowej Nr 1 w mobilny podnośnik basenowy. Urządzenie ułatwi osobom poruszającym się na wózkach inwalidzkich bezpieczne wejście i wyjście z wody. Podnośnik kosztował 43 tys. zł.

Teraz każda osoba, która porusza się na wózku inwalidzkim, nie tylko z łatwością wjedzie na basen specjalnym podjazdem, ale równie łatwo dostanie się do wody. Pomoże jej w tym mobliny podnośnik basenowy Panda Pool. Jest to włoskie urządzenie, które służy do wprowadzania do wody i wyciąga z niej osób, które z różnych przyczyn nie są w stanie samodzielnie wejść do niecki basenu po drabince. Taka osoba po przebraniu się w szatni, zostanie posadzona na wygodne krzesełko i przetransportowana na basen. Następnie specjalne ramie, przypominające mały dźwig, opuści ją do wody. W czasie transportu pasażer będzie przypięty pasem, który zabezpieczy go przed ewentualnym zsunięciem się z siedziska. Po zakończeniu pływania osoba niepełnosprawna zostanie ponownie posadzona na krzesełko i wyciągnięta z wody, a następnie przetransportowana z powrotem do szatni.

– Podnośnik jest całkowicie bezpieczny i łatwy w obsłudze – powiedział Adam Przeniewski kierownik administracyjny szkoły. – To proste urządzenie samojezdne, sterowane przez jedną osobę za pomocą kierownicy. Zarówno pracownicy basenu, jak i ratownicy zostali przeszkoleni w jego obsłudze.

Podnośnik wyposażony jest w trzy systemy hamowania. Posiada czujnik podłoża na podczerwień, który automatycznie unieruchamia koła w momencie, gdy urządzenie zbliży się do krawędzi niecki basenu. W razie gdyby ten system zawiódł i koła wpadłyby do wody, natychmiastowo uruchamia się dodatkowy hamulec zbijakowy, który automatycznie zatrzymuje pojazd. W każdym też momencie osoba, obsługująca podnośnik, może jednym ruchem wyłączyć akumulator i zatrzymać urządzenie.

Z podnośnika mogą korzystać wszyscy użytkownicy miejskiej pływalni z niesprawnością ruchową. Należy tylko wcześniej ustalić godzinę korzystania z basenu, aby dyżurujący pracownik przygotował urządzenie.

Pojazd na potrzeby miejskiej pływalni w Szkole Podstawowej nr 1 zakupiło Miasto. Podnośnik kosztował 43 tys. zł. Będzie można z niego korzystać od 1 grudnia 2017 roku.

Fonte:  27 listopada 2017

Leggi questo articolo su:  https://starogard.pl/lamiemy-bariery-46608/
Copyright ©  starogard.pl

Neuer Rollstuhl-Lift im Aquamar

Neuerungen für Menschen mit Behinderung im Aquamar: Es gibt einen neuen Lift im Freibad und mehr Zeit zum gleichen Preis fürs Umziehen.

Rollstuhlfahrer möchten bei den zurzeit warmen Temperaturen gerne ins Freibad und die Außenbecken nutzen. „Dies war bisher nur sehr eingeschränkt möglich“, sagt die Stadt und hat nun Abhilfe geschaffen. Denn in diesem Jahr hat die Bäderverwaltung die Voraussetzungen geschaffen, dass auch Menschen, die mit einem Rollstuhl unterwegs sind, die Außenbecken im Aquamar nutzen können.

„Im Frühjahr wurden extra zwei neue barrierefreie Zuwege zu den Becken geschaffen, sodass Badegäste mit ihrem Rolli direkt ans Becken fahren können“, erklärt Rolf Klinge, Leiter der Städtischen Bäder. Ebenfalls neu angeschafft wurde ein zweiter Schwimmbadlifter, der speziell für das Freibad genutzt wird. Somit steht im Aquamar nun ein Schwimmbadlifter in der Halle, und ein weiterer steht für das Freibad zur Verfügung.

Sicherer Transport durch ein Gurtsystem

An dem Lifter befindet sich ein Gurtsystem, mit dem ein sicherer Transport gewährleistet werden kann. Tanja Luft vom Verein zur Förderung der Inklusion behinderter Menschen in Marburg zeigt sich sehr zufrieden über die Lösung: „Nun kann man mit seinem eigenen Rollstuhl bis zum Beckenrand fahren. Der Lifter ist mobil, sodass die Rollstuhlfahrer oder gehbehinderte Menschen selbst entscheiden können, ob sie zum Spaß- oder Schwimmerbecken möchten.“

Und noch eine Neuerung gibt es. Ab sofort bekommen Badegäste im Rollstuhl 30 Minuten mehr Zeit beim Besuch des Aquamar. „Wir Rollstuhlfahrer brauchen mehr Zeit zum Umziehen. Diese ist früher immer von der reinen Badezeit abgegangen, sodass wir bei einem Zwei-Stunden-Ticket nur anderthalb Stunden oder noch weniger im Wasser baden konnten“, erklärt Tanja Luft und freut sich, dass ihr Anliegen auf offene Ohren bei der Bäderverwaltung gestoßen ist.

Für Badegäste im Rollstuhl gelten nun die bekannten Eintrittspreise entsprechend für 2,5 und 4,5 Stunden. Allerdings: Mit dem Kombi-Ticket während der Sommerferien können Schwimmhalle und Freibad ohnehin zum günstigen Tageskarten-Freibad-Preis genutzt werden.

Fonte:  05.08.2019

Leggi questo articolo su:  https://www.op-marburg.de/Marburg/Im-Aquamar-gibt-es-einen-neuen-Lift-im-Freibad-fuer-Menschen-mit-Behinderung
Copyright ©  www.op-marburg.de